Home / Spiritualità / Mesi meditati / Giugno / 20° giorno: Cuore giusto – Cuore ingiusto

20° giorno: Cuore giusto – Cuore ingiusto

stellamatutina-sacro-cuore-di-gesùCUORE GIUSTO

La giustizia è perfezione, perché è armonia delle cose.

È giusto ciò che è retto e ordinato. Dio è giustizia infinita.

Il Cuore di Gesù è il cuore giusto per eccellenza.

Tutto in esso è armonia degli affetti, equilibrio dei sentimenti, misura delle emozioni, ordine dei movimenti.

La giustizia si esercita verso Dio e verso gli uomini: «Date a Cesare quello che è di Cesare, a Dio quello che è di Dio» (Mt 22,21).

Gesù si è incarnato per un’opera di somma giustizia oltre che di sommo amore. Egli voleva soddisfare la giustizia di Dio per il peccato dell’uomo. Solo Lui – Dio uomo – poteva riparare su misura infinita l’oltraggio infinito che il peccato arreca a Dio. E Lui lo ha fatto espiando nel suo Corpo Santissimo le nostre colpe, pagando con il suo Sangue Divino la gloria di Dio e la nostra salvezza.

Ma proprio Lui, venuto a riparare l’ingiustizia dell’uomo, è stato vittima della più grande ingiustizia che l’umanità abbia mai compiuto da che mondo è mondo.

A parte il tradimento di Giuda e l’odio degli scribi e dei farisei, a parte la montatura delle calunnie per avere un qualsiasi capo d’accusa contro di Lui, bastano più di tutto le parole che Pilato disse nel tentativo di evitare a Gesù la morte: «Non trovo in lui nessuna colpa» (Lc 23,22).

Gesù fu riconosciuto pubblicamente innocente. Eppure venne condannato e crocifisso fra due ladroni. Inconcepibile ingiustizia contro l’uomo giusto!

Fra le beatitudini, Gesù ha messo questa che dice: «Beati voi quando vi oltraggeranno, vi perseguiteranno, vi calunnieranno a causa mia» (Mt 5,15). San Bonaventura dice giustamente che questa è la più alta delle beatitudini proclamate e vissute da Gesù per noi. L’oltraggio, la calunnia: per un cuore giusto sono le cose più terribili. Ma se crocifiggono il cristiano, nello stesso tempo lo esaltano, perché «grande sarà la vostra ricompensa nei cieli» (Mt 5,12). E Gesù ce ne ha dato la garanzia con la sua Passione e Morte trasformate in Resurrezione e Ascensione al cielo.

stellamatuitna-uomo-pensierosoCUORE INGIUSTO

Il mondo è stato definito un teatro di ingiustizie. E gli uomini sono gli attori che offrono un continuo spettacolo di ingiustizie.

Verso Dio, anzitutto, e verso i fratelli. Pur di appagare il proprio egoismo, il cuore dell’uomo sa calpestare ogni senso di giustizia a livello sia personale che sociale, sia materiale che spirituale. «Dal cuore dell’uomo vengono pensieri cattivi, omicidi, adulteri, fornicazioni, furti, falsità, bestemmie» (Mt 15,19). Infedeltà e inganni, menzogne e tradimenti, sequestri e rapine, violenze e delitti: basta leggere le cronache di un qualunque giornale quotidiano in ogni parte del mondo, per conoscere liste di nefandezze che gli uomini sanno trarre dal loro cuore.

A parte, però, le cronache nere dei fatti più gravi e clamorosi, non è forse vero che la nostra stessa giornata risulta così spesso piena di tante ingiustizie segrete e non segrete?

Ingiustizie nei pensieri con i sospetti e i giudizi temerari.

Ingiustizie nelle parole con le critiche e le mormorazioni.

Ingiustizie nei desideri con le brame della donna e delle cose d’altri. Ingiustizie nelle azioni con i modi di trattare bruschi e duri, secondo gli umori, i nervi, le simpatie e le antipatie.

Quale rete sottile di ingiustizie viene tessuta lungo le nostre giornate!

Perché tutto questo? Unicamente perché non vogliamo seguire il Volere di Dio che ci ha tracciato il binario della giustizia e della bontà.

Basterebbe l’osservanza fedele dei Comandamenti di Dio per avere il cuore giusto, sempre pieno di rettitudine.

Dell’uomo giusto, infatti, il Salmista dice: «La legge del suo Dio è nel suo cuore» (Sal 36,30).

E in cima alla legge di Dio, è chiaro, stanno l’onore e l’amore che dobbiamo offrire al nostro Creatore e Padre, al nostro Redentore e Fratello, allo Spirito Santo, nostro Santificatore e Difensore, alla Madonna, nostra Genitrice e Mediatrice. Pensiamo, adesso, al Sacro Cuore di Gesù. Nelle apparizioni a santa Margherita, Egli afferma con trasporto di essere «appassionato di amore per gli uomini», fino a volere «arricchirli dei suoi preziosi tesori, e trarli dalla perdizione».

Eppure, senza ritegno, la maggior parte degli uomini gli danno in cambio soltanto «ingratitudini, con irriverenze e sacrilegi, freddezze e disprezzo». Non è forse nera ingiustizia, questa, nei nostri cuori?

Ci ravvederemo?

Cuore di Gesù, ricettacolo della giustizia, abbi pietà di noi e donaci la forza di riparare a tante ingiustizie compiute da noi e dagli altri.

Proposito: Impegno di osservare esattamente i doveri del proprio stato.

FONTE: Cuore di Gesù, Cuore dell’uomo, P.Stefano M. Manelli, © 2010 Casa Mariana Editrice, 2010
Se desiderate avere il libro originale cliccate sul Link di Casa Mariana Editrice o scrivete al seguente indirizzo E-Mail: cm.editrice@gmail.com
La traduzione, l’adattamento totale o parziale, la riproduzione con qualsiasi mezzo (compresi i microfilm, i film, le fotocopie) nonché la memorizzazione elettronica, sono riservati per tutti i paesi.

Guarda anche...

stellamatutina-sacro-cuore-di-gesù

27° giorno: Cuore trafitto – Cuore assassino

CUORE TRAFITTO «Guarderanno a colui che hanno trafitto» (Zc 12,10). Per poter parlare del Cuore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *