Home / Catechismo / Istruzione Cristiana / Creazione del Mondo. Origine e caduta dell’uomo.

Creazione del Mondo. Origine e caduta dell’uomo.

Nozioni catechistiche messe sotto forma di domanda e risposta per far comprendere con semplicità le Verità della Fede Cattolica.

1. Dio perché è detto “Creatore del cielo e della terra”?
Dio è detto Creatore del cielo e della terra, ossia del mondo, perché lo fece dal nulla, e fare dal nulla è creare.

2. Il mondo è tutto opera di Dio?
Il mondo è tutta opera di Dio; e nella grandezza, bellezza e ordine suo meraviglioso, ci mostra la potenza, la sapienza e la bontà infinita di Lui.

3. Dio creò soltanto ciò che è materiale nel mondo?
Dio non creò soltanto ciò che è materiale nel mondo, ma anche i puri spiriti; e crea l’anima di ogni uomo.

4. Chi sono i puri spiriti?
I puri spiriti sono esseri intelligenti senza corpo.

5. Come sappiamo che esistono puri spiriti creati?
Che esistono puri spiriti creati lo sappiamo dalla Fede.

6. Quali puri spiriti creati ci fa conoscere la Fede?
La Fede ci fa conoscere i puri spiriti buoni, ossia gli Angeli, e i cattivi, ossia i demoni.

7. Chi sono gli Angeli?
Gli Angeli sono i ministri invisibili di Dio, ed anche nostri Custodi, avendo Dio affidato ciascun uomo ad uno di essi.

8. Abbiamo dei doveri verso gli Angeli?
Verso gli Angeli abbiamo il dovere della venerazione; e verso l’Angelo Custode abbiamo anche quello di essergli grati, di ascoltare le ispirazioni e di non offenderne mai la presenza col peccato.

9. I demoni chi sono?
I demoni sono gli angeli ribellatesi a Dio per superbia e precipitati nell’inferno, i quali, per odio contro Dio, tentano l’uomo al male.

10. Chi è l’uomo?
L’uomo è un essere ragionevole, composto di anima e di corpo.

11. Che cos’è l’anima?
L’anima è la parte spirituale dell’uomo, per cui egli vive, intende ed è libero, e perciò capace di conoscere, amare e servire Dio.

12. L’anima dell’uomo muore col corpo?
L’anima dell’uomo non muore col corpo, ma vive in eterno, essendo spirituale.

13. Qual cura dobbiamo avere dell’anima?
Dell’anima dobbiamo avere la massima cura, perché esse è in noi la parte migliore e immortale, e solo salvando l’anima saremo eternamente felici.

14. Com’è libero l’uomo?
L’uomo è libero, in quanto può fare una cosa, e non farla, o farne una piuttosto che un’altra, come sentiamo bene in noi stessi.

15. Se l’uomo è libero, può fare anche il male?
L’uomo può, ossia è capace di fare anche il male; ma non lo deve fare, appunto perché è male; la libertà deve usarsi solo per il bene.

16. Chi furono i primi uomini?
I primi uomini furono Adamo ed Eva, creati immediatamente da Dio: tutti gli atri discendono da essi, che perciò sono chiamati i progenitori degli uomini.

17. L’uomo fu creato debole e misero come ora siamo noi?
L’uomo non fu creato debole e misero come ora siamo noi, ma in uno stato felice, con destino e con doni superiori alla natura umana.

18. L’uomo, qual destino ebbe da Dio?
L’uomo ebbe da Dio l’altissimo destino di vedere e godere eternamente Lui, Bene infinito; e perché questo è del tutto superiore alla capacità della natura, egli ebbe insieme, per raggiungerlo, una potenza soprannaturale che si chiama grazia santificante.

19. Oltre la grazia, che altro aveva dato Dio all’uomo?
Oltre la grazia, Dio aveva dato all’uomo l’esenzione della debolezza e miserie della vita e della necessità di morire, purché non avesse peccato, come purtroppo fece Adamo, il capo dell’umanità, gustando del frutto proibito.

20. Che peccato fu quello di Adamo?
Il peccato di Adamo fu un peccato grave di superbia e di disubbidienza.

21. Quali danni cagionò il peccato di Adamo?
Il peccato di Adamo spogliò lui e tutti gli uomini della grazia e d’ogni altro dono soprannaturale, rendendoli soggetti al peccato, al demonio, alla morte, all’ignoranza, alle cattive inclinazioni e ad ogni altra miseria, ed escludendoli dal paradiso.

22. Come si chiama il peccato a cui Adamo assoggettò gli uomini con la sua colpa?
Il peccato a cui Adamo assoggettò gli uomini con la sua colpa, si chiama originale, perché, commesso al principio dell’umanità, si trasmette con la natura agli uomini tutti nella loro origine.

23. In che consiste il peccato originale?
Il peccato originale consiste nella privazione della grazia originale, che secondo la disposizione di Dio dovremmo avere ma non abbiamo, perché il capo della umanità con la sua disubbidienza ne privò sé e noi tutti, suoi discendenti.

24. Come mai il peccato originale è “volontario” e quindi colpa per noi?
Il peccato originale è volontario e quindi colpa per noi, solo perché volontariamente lo commise Adamo quale capo dell’umanità; e perciò Dio non premia col paradiso, ma neppure castiga con tormenti che abbia solo il peccato originale.

25. L’uomo, a causa del peccato originale, doveva rimaner escluso per sempre dal paradiso?
L’uomo, a causa del peccato originale, doveva rimaner escluso per sempre dal paradiso, se Dio, per salvarlo, non avesse promesso e mandato dal cielo il proprio Figlio, cioè Gesù Cristo.

Fonte: Fondamenti della Fede cristiana; Da San Pio X al Beato Giovanni Paolo II

Guarda anche...

Nel peccato originale c’è il modello di tutti i peccati

Nelle prime pagine dei Frammenti di una storia dell’empietà Rosmini analizza brevemente il primo peccato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stellamatutina.eu – Sito di cultura cattolica in piena e totale obbedienza al Magistero Petrino. è Stephen Fry grazie per la cache a WP Super Cache