Home / Famiglia / Famiglia: fondamento dell’ordine

Famiglia: fondamento dell’ordine

stellamatutina-famiglia-fondamento-societaLa famiglia è la più importante istituzione della società civile.

LA FAMIGLIA E’ FONDAMENTO DELL’ORDINE PSICOLOGICO

Gli psicologi spiegano che una famiglia ben strutturata è una condizione sine qua non per il normale sviluppo della psiche umana. Prendiamo un esempio: l’interazione fra la figura paterna e la figura materna. Dalla prima apprendiamo il senso dell’autorità, dalla seconda il senso della bontà. Sull’equilibro fra questi due sensi si fonda il normale sviluppo dello spirito. La famiglia è, poi, il luogo dove apprendiamo a rapportarci con le altre persone. Molti dei problemi psicologici che affliggono le persone nella vita, sono riconducibili a squilibri famigliari in età infantile.

LA FAMIGLIA E’ IL FONDAMENTO DELL’ORDINE SOCIALE

La famiglia precede lo Stato. Essa scaturisce dall’ordine naturale e non dalla legge positiva. Sociologi come Foustel de Coulanges (Le Cité Antique) e Mons. Henri Delassus (L’Esprit Familiale) mostrano come la società organica non sia altro che il naturale sviluppo della famiglia. Ecco perché la famiglia è chiamata cellula mater della società. La società è un insieme di famiglie, non di individui, come pretendono i liberali.

LA FAMIGLIA E’ FONDAMENTO DELL’ORDINE SPIRITUALE

Più importante ancora: la famiglia è la sorgente della Fede. Ecco perché è chiamata “Ecclesia domestica”. Prima di imparare la Fede nel Catechismo o in chiesa, la impariamo in famiglia. Infatti, secondo la dottrina della Chiesa, questa è la funzione più importante della famiglia: generare nuovi membri del Corpo Mistico di Cristo. Insegna Leone XIII: “Alla società coniugale fu prestabilito uno scopo più nobile e più alto che mai fosse stato in precedenza, in quanto si volle che essa mirasse non solo a propagare il genere umano, ma generare figli alla Chiesa, cittadini dei Santi e domestici di Dio (Ef 2,19), cioè che fosse creato ed educato un popolo al culto e alla religione di Cristo, vero Dio e nostro Salvatore” (Enciclica Arcanum Divinae Sapientiae).

Si capisce, dunque, perché tutti i movimenti rivoluzionari abbiano sempre cercato di distruggere la famiglia: distruggendola si cancella alla base qualsiasi possibilità di ordine. Ne “L’origine della famiglia, della proprietà e dello Stato”, Friedrich Engels spiega che lo scopo del comunismo era non solo distruggere la proprietà privata dei beni di produzione, ma anche la proprietà privata delle donne (famiglia) e la proprietà privata dell’autorità (Stato).

Le correnti post-comuniste sono ancora più esplicite: “Il padre nella famiglia è l’archetipo di ogni dominazione”, scrive Marcuse. E spiega che, distruggendo la figura paterna, si abbatte il fondamento psicologico di ogni autorità. L’utopia rivoluzionaria passa necessariamente per la distruzione della famiglia.
Ecco perché la difesa della famiglia – quale fondamento dell’ordine psicologico, sociale e anche spirituale – è così importante.

FONTE: Julio Loredo, SOS Ragazzi, Marzo 2016, Anno XXIII – n.1

Guarda anche...

stellamatutina-aborto-omicidio

Gli atti contrari al matrimonio: L’aborto

L’aborto procurato è definito da papa Giovanni Paolo II nell’Enciclica Evangelium Vitae come «l’uccisione deliberata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *