Home / Catechismo / Istruzione Cristiana / Il sacrificio della Santa Messa

Il sacrificio della Santa Messa

Una meditazione/spiegazione sul santo sacrificio che si compie durante la celebrazione della Santa Messa.

Guarda anche...

Nel peccato originale c’è il modello di tutti i peccati

Nelle prime pagine dei Frammenti di una storia dell’empietà Rosmini analizza brevemente il primo peccato …

3 Commenti

  1. Padre, l’amarezza del fiele la soffrite, durante la Messa? Sì e spesso spesso.
    Padre, come vi reggete in piedi sull’altare? Come si reggeva Gesù sulla croce. Sull’altare siete sospeso sulla croce come Gesù sul Calvario? E lo domandi pure? Come fate a reggervi? Come si reggeva Gesù sul Calvario.
    Padre, i carnefici capovolsero la croce di Gesù, per ribattere i chiodi? Si capisce!
    Anche a voi, Padre, ribattono i chiodi? E come! Pure a voi la capovolgono la croce? Sì, ma non aver paura!
    Padre, recitate pure voi, durante la santa Messa, le sette parole che Gesù proferì in Croce? Sì, indegnamente le recito pure io. E a chi dite: “Donna, ecco tuo figlio”? Dico a Lei: Ecco i figli di tuo Figlio. Soffrite la sete e l’abbandono di Gesù? Sì. In quale momento soffrite la sete e l’abbandono? Dopo la Consacrazione. Fino a quale momento soffrite l’abbandono e la sete? Ordinariamente fino alla Comunione.
    Mi avete detto che vi vergognate di dire: “Cercai invano chi mi consolasse”. Perchè? Perchè di fronte a quello che soffrì Gesù, il nostro soffrire, come veri colpevoli, impallidisce.
    Di fronte a chi vi vergognate? Di fronte a Dio e alla mia coscienza.
    Gli angeli del Signore non vi confortano sull’altare dove vi immolate? Ma…io non li sento. Se il conforto non scende nel vostro spirito durante il divin Sacrificio e voi come Gesù soffrite il totale abbandono, è inutile la nostra presenza. L’utilità è dalla parte vostra. Dovremmo allora dire che è stata inutile la presenza dell’Addolorata, di Giovanni, e delle pie donne ai piedi di Gesù morente?
    Che cos’è la santa Comunione? E’ tutta una misericordia interna ed esterna. Tutto un amplesso. Pregate pure Gesù che si faccia sentire sensibilmente. Quando viene Gesù, solo l’anima visita? Tutto intero l’essere. Che fa Gesù nella Comunione? Si delizia nella sua creatura. Quando vi unite a Gesù nella santa Comunione, che dobbiamo chiedere per voi al Signore? Che sia anche io un altro Gesù, tutto Gesù, sempre Gesù.
    Pure alla Comunione soffrite? E’ il punto culminante. Dopo la Comunione continuano le vostre sofferenze? Sì, ma sofferenze amorose. In questa unione, Gesù non vi consola? Sì, ma non si cessa di stare sulla Croce!

  2. Padre, che cos’è la vostra Messa? Un sacro miscuglio con la Passione di Gesù. La mia responsabilità è unica al mondo, dice piangendo.
    Che cosa dobbo leggere nella vostra santa Messa? Tutto il Calvario.
    Padre, ditemi tutto quello che soffrite nella santa Messa. Tutto quello che ha sofferto Gesù nella sua Passione, inadeguatamente, lo soffro anch’io, per quanto a umana creatura è possibile. E ciò contro ogni mio demerito e per solo Sua bontà.
    Nel divin Sacrificio, Padre, prendete su di voi le nostre iniquità? Non si può fare diversamente, poichè fa parte del divin Sacrificio.
    Il Signore allora vi considera peccatore? Non lo so, ma temo di esserlo.
    In qual momento del divin Sacrificio soffrite di più? Sempre e in modo crescente.
    Nella celebrazione della santa Messa, qual’è il momento in cui soffrite di più? Dalla consacrazione alla comunione.
    Vi ho visto tremare mentre salivate i gradini dell’altare. Perchè? Per quello che dovevate soffrire? Non per quello che dovevo soffrire, ma per quello che dovevo offrire.
    Padre, stamani alla Messa, leggendo la storia di Esaù, che vendette la primogenitura, i vostri occhi si riempirono di lacrime. E ti par poco, non tener conto dei doni di Dio! Perchè, leggendo il Vangelo avete pianto quando siete arrivato alle parole: ” Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue… ” ? Piangi con me di tenerezza. Perchè piangete quasi sempre, Padre, quando leggete il Vangelo nella santa Messa? E ti par poco che un Dio conversi con le sue creature, che sia da loro contraddetto e che sia continuamente ferito dalla loro ingratitudine e incredulità?
    La vostra Messa, Padre, è un sacrificio cruento? Eretica! No. Io voglio dire che quello di Gesù è incruento, ma la vostra partecipazione a tutta la Passione, è cruenta. Mi sbaglio? Beh, questa volta non ti sbagli. Personalmente penso che forse hai ragione. Chi terge il vostro sangue nella Messa? Nessuno.
    Padre, perchè piangete all’offertorio? Vorresti strapparmi il segreto? E sia pure. Allora è il momento che l’anima viene separata dal profano.

  3. Padre, che benefici riceviamo ascoltando la santa Messa? Non si possono enumerare. Li vedrete in Paradiso.
    Nell’assistere alla santa Messa rinnova la tua fede e medita quale vittima si immola per te alla divina Giustizia, per placarla e renderla propizia. Non allontanarti dall’altare, senza versare lacrime di dolore e di amore per Gesù, crocefisso per la tua eterna salute. La Vergine addolorata ti terrà compagnia e ti sarà di dolce ispirazione.
    La Messa del Padre, nei primi anni, durava più di due ore. Sempre fu un estasi di amore e di dolore. Il suo volto era tutto concentrato in Dio e spesso irrigato da lacrime. Un giorno, in confessionale azzardai questa domanda sul grande mistero. Padre, vorrei farvi una domanda. E dimmi, figliolo. Vorrei chiedere a voi, Padre, cosa è la Messa. Perchè mi fai questa domanda? Per ascoltarla meglio, Padre. Figlio, io ti potrò dire cos’è la mia Messa. E’ questo, Padre, che desidero conoscere. Figlio mio, in croce ci siamo sempre e la Messa non è che una continua agonia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *