Home / Catechismo / Istruzione Cristiana / L’ assoluzione – La soddisfazione nella Confessione.

L’ assoluzione – La soddisfazione nella Confessione.

Nozioni catechistiche messe sotto forma di domanda e risposta per far comprendere con semplicità le Verità della Fede Cattolica.

1. Che cos’è l’assoluzione? 
L’assoluzione è la sentenza con cui il sacerdote, in nome di Gesù Cristo, rimette i peccati al penitente dicendo: Io ti assolvo dai tuoi peccati nel nome del Padre e del Figliuolo e dello Spirito Santo. Così sia.

2. Rimessi con l’assoluzione i peccati, è anche rimessa ogni pena meritata ? 
Rimessi con l’assoluzione i peccati, è rimessa la pena eterna meritata col peccato mortale, ma se non si abbia una contrizione perfettissima, rimane ordinariamente da scontare, in questa vita o nell’altra, una pena temporanea.

3. Che cos’è la soddisfazione o penitenza sacramentale? 
La soddisfazione o penitenza sacramentale è l’opera buona imposta dal confessore a castigo e a correzione del peccatore, e a sconto della pena temporanea meritata peccando.

4. Quando conviene fare la penitenza sacramentale? 
Conviene fare la penitenza sacramentale al più presto, se il confessore non ne ha assegnato il tempo.

5. La penitenza sacramentale basta a liberarci da tutta la pena temporanea meritata col peccato? 
La penitenza sacramentale non basta, d’ordinario, a liberarci da tutta la pena temporanea meritata col peccato, e perciò conviene supplire con altre opere di penitenza e di pietà e con indulgenze.

6. Quali sono le opere di penitenza e di pietà? 
Le opere di penitenza e di pietà sono: i digiuni, le mortificazioni, gli atti di misericordia spirituale e corporale *, le preghiere, e l’uso pio di quelle cose benedette e di quelle cerimonie sacre che si chiamano sacramentali, come l’acqua santa e le varie benedizioni. *. Formule 21,22 .

7. Che cos’è l’indulgenza? 
L’indulgenza è una remissione di pena temporanea dovuta per i peccati, che la Chiesa concede sotto certe condizioni a chi è in grazia, applicandogli i meriti e le soddisfazioni sovrabbondanti di Gesù Cristo, della Madonna e dei Santi, le quali costituiscono il tesoro della Chiesa.

8. Di quante specie è l’indulgenza? 
L’indulgenza è di due specie: plenaria e parziale.

9. Qual è l’indulgenza plenaria? 
L’indulgenza plenaria è quella che rimette tutta la pena temporanea dovuta per i peccati.

10. Qual è l’indulgenza parziale? 
L’indulgenza parziale é quella che rimette soltanto una parte della pena temporanea dovuta per i peccati.

11. Che s’intende per indulgenza di « quaranta » o « cento giorni », di « sette anni » e simili? 
Per indulgenza di quaranta o cento giorni, di sette anni e simili, s’intende la remissione di tanta pena temporanea, quanta se ne sarebbe scontata con quaranta, cento giorni o sette anni della penitenza anticamente stabilita dalla Chiesa.

12. Che si richiede per acquistare le indulgenze? 
Per acquistare le indulgenze si richiede di essere in stato di grazia e di eseguire bene le. opere prescritte.

 Fonte: Fondamenti della Fede cristiana; Da San Pio X al Beato Giovanni Paolo II

Guarda anche...

Nel peccato originale c’è il modello di tutti i peccati

Nelle prime pagine dei Frammenti di una storia dell’empietà Rosmini analizza brevemente il primo peccato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stellamatutina.eu – Sito di cultura cattolica in piena e totale obbedienza al Magistero Petrino. è Stephen Fry grazie per la cache a WP Super Cache