Home / Attualità / Pro Life / Family Day 2016 – 30 Gennaio – Circo Massimo – Roma

Family Day 2016 – 30 Gennaio – Circo Massimo – Roma

Stellamatutina-Family-day-2016

Il Comitato Difendiamo i Nostri Figli, promotore del Family Day del prossimo 30 gennaio al Circo Massimo di Roma, comunica che da ieri è attiva la piattaforma on-line ufficiale dell’evento, all’indirizzo www.familyday2016.it.

ERAVAMO IN 2 MILIONI (secondo le Forze dell’Ordine)!!!

ALCUNI CONSIGLI PER FAMILY DAY 30 GENNAIO 2016 CIRCO MASSIMO ‐ ROMA
“DIFENDIAMO I NOSTRI FIGLI”

A tutti coloro che il #30gennaio2016 saranno al Circo Massimo di Roma per il #familyday nazionale promosso dal comitato “Difendiamo i Nostri Figli” alcuni suggerimenti che vi chiediamo di tenere ben presenti:

1) EVITARE I PROTAGONISMI

E’ probabile che a margine della manifestazione vi siano dei contestatori e/o attivisti. Non possono quindi escludersi a priori, possibili cori, striscioni, ostentazioni plateali, provocazioni. Nella peggiore delle ipotesi (auspichiamo nel buon senso di tutti), eventuali frasi forti, o addirittura insulti. In passato in altre manifestazioni, si sono verificati anche lanci di oggetti (es. uova o pomodori) ecc. Dovrebbero comunque esserci le forze dell’ordine per farvi fronte.
Va detto tuttavia, che spesso alcuni manifestanti agiscono in maniera più nascosta e talvolta subdola.
Potrebbero cercare di intervistarvi e/o filmarvi prima o dopo la manifestazione, con atteggiamento all’inizio pacato, come fossero semplici curiosi o giornalisti.
Ebbene, EVITATE di rilasciare dichiarazioni, che potrebbero essere strumentalizzate o distorte.
UNA SOLA risposta sbagliata può delegittimare l’intera manifestazione, quindi è essenziale, se cercano di avvicinarvi, anche se vi sentite la persona più preparata della terra su tematiche relative a “famiglia”, “adozioni”, “uteri in affitto”, “gender” e altro, RIFIUTARSI cortesemente ma decisamente di rilasciare interviste e rimandare, semmai, ai portavoce ufficiali. La tecnica del giornalista (specie improvvisato) è l’insistenza. E voi insisterete nel rifiutare cordialmente.

2) RIMANETE IN GRUPPI

Il secondo consiglio è di rimanere in gruppo, sia prima che dopo l’evento. E’ importante. Anche tra i contestatori più onesti e moderati, può sempre nascondersi qualche persona troppo esaltata sulla quale il fenomeno di “massa” fa scattare meccanismi aggressivi.

3) ORGANIZZATEVI IN GRUPPETTI

Il terzo consiglio è di organizzarvi a gruppetti di due o tre persone -­‐ che saranno d’accordo con quanto stiamo per dire -­‐ e scambiarvi recapiti anche telefonici per tutelarvi meglio.
Qualora nel corso della manifestazione, certi gesti o fatti “eccedano” e sconfinino in ipotesi di reato ovvero in altre forme di illecito anche civile (si pensi a percosse, minacce, lancio di oggetti, ingiurie dirette a una persona) si potrà vagliare o la querela o l’azione risarcitoria.
Inoltre, è probabile che il giorno dopo la manifestazione, sulla stampa e su certi siti internet, possano apparire commenti sulla manifestazione pieni di offese tipo “fascisti”, “omofobi”, “catto-­talebani” ecc. Talvolta, questi vengono anche affiancati da fotografie che taluno, potrebbe farvi anche se non ve ne accorgete, durante l’evento.
Ebbene, esistono una serie di illeciti civili o talvolta di rilievo penale per i quali si può procedere nei confronti degli autori. Siamo a vostra disposizione.
L’unione fa la forza.

E NOI, A ROMA, CI SAREMO !

 Fonte: giuristiperlavita.org

Print Friendly, PDF & Email

Guarda anche...

Aborto con RU486

Anthony Levatino, prima di diventare un ginecologo obiettore, non era nuovo all’aborto: ha infatti compiuto …

Commenti

  1. Se fosse possibile parteciperei anch’io.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!