Home / La Bestemmia / Il ritratto della Bestemmia

Il ritratto della Bestemmia

stellamatutina-la-bestemmia-urlo-infernaleIl bestemmiatore ostinato, che non tollera richiami e giustifica le sue bestemmie, reclamando per sé il diritto di fare ciò che vuole, sempre, comunque e dovunque, è un “serpente insidioso”, che semina scandalo e corruzione; è un “cane ringhioso”. avvelenato dalla stoltezza e dalla rabbia; è un “somaro testardo”, incapace di parlare e capace solo di ragliare; è una “puzzolafetente” che appesta l’aria con la sua presenza. Soprattutto è un “porco di razza” che mostra, con i suoi grugniti, quanto è grande la sua stupidità. (Don Enzo Boninsegna)

  Dire che la bestemmia è una gravissima offesa al Nome santo di Dio è dare una definizione esatta, ma un po’ fredda, arida, scheletrica, che non riesce a esprimere a sufficienza la drammaticità e la gravità mostruosa di questo fenomeno diabolico.

Come non ci sono parole che possano esprimere fino in fondo la grandezza e la maestà infinita di Dio, così non ci sono parole che possano esprimere fino in fondo l’abisso di malizia e di miseria morale che è racchiuso nella bestemmia.

Ogni definizione, per quanto precisa, dirà sempre troppo poco: la realtà dell’offesa a Dio è sempre molto più grande di quanto si possa esprimere. Si può e si deve comunque cercar di dare della bestemmia un’idea che sia il più vicina possibile alla realtà.

Tentiamo allora, con poche pennellate, di tratteggiarne il ritratto.

La bestemmia è l’urlo rabbioso di Satana che esce dalla bocca diun uomo per cercar di sporcare la gloria di Dio. Non è a caso che S. Caterina da Siena ha definito il bestemmiatore un “demonio incarnato“.

La bestemmia è il frutto più velenoso che può scaturire da un lampo di follia. C’è una forma di pazzia stabilizzata e cronica e c’è una forma di follia che va a sprazzi e rende l’uomo capace di manifestare in un attimo abissi di stoltezza.

La bestemmia è il segno più palese dell’ odio e del disprezzo verso Dio, e questo al di là delle intenzioni di chi vomita quell’ espressione blasfema.

La bestemmia è il supremo atto di superbia che un uomo possa compiere, perché lui, cosi piccolo, sporco e impotente, tenta di mettersi sotto i piedi il Signore Dio, infinitamente grande, infinitamente santo e onnipotente, quel Dio che, se solo lo volesse, potrebbe stritolarlo in uu attimo e con ottime ragioni.

La bestemmia è il più grande atto di stupidità, perché fa dell’uoma un nemico di Colui che vorrebbe essergli amico, padre, benefattore e salvatore.

La bestemmia è anche il segno rivelatore di un animo bovino, è manifestazione di volgarità, di grossolanità e di poca intelligenza, perché una persona fine, intelligente e perciò non volgare, sa trovare altri modi leciti per far sbollire un momento di tensione.

La bestemmia è una barriera innalzata tra il bestemmiatore e tutti quelli che si sentono offesi dal linguaggio blasfemo. vedendo colpito quel Dio in cui credono e che amano come Padre.
“La bestemmia – ha detto qualcuno – il cancro dell’ anima“. Come il cancro infatti invade tutto l’organismo fino a portare alla morte, cosl la bestemmia quanto meno annebbia, ma quasi sempre paralizza tutte le facoltà dell’anima e uccide in essa il gusto delle cose di Dio.

La bestemmia è anche, quasi sempre, una malattia contagiosa che infetta altri. Nessuno mai infatti ha cominciato a bestemmiare per il gusto di bestemmiare, ma tutti i bestemmiatori sono diventati tali sotto la spinta del cattivo esempio ricevuto, e cioè perché infettati da collaudati bestemmiatori che sono stati i loro maestri di vizio e di imbecillità.

La bestemmia è “un’offesa diretta a Dio, offesa che sarebbe qualcosa di inconcepibile se non fosse una tristissima realtà” († Costantino Caminada).

FONTE: © ENZO BONINSEGNA, La bestemmia: Urlo infernale, 1993
Print Friendly, PDF & Email

Guarda anche...

stellamatutina-la-bestemmia-urlo-infernale

Spinte provenienti dal di dentro

La superbia – Ne siano consapevoli o no, molti bestemmiatori arrivano alla bestemmia perché spinti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!